Mar 032016
 

Come di consueto , gli articoli pubblicati su Fortunadrago.it , prevedono una minima conoscenza della teoria base di Pier Luigi Ighina , la sua “Legge del Ritmo”. (sono consultabili cliccando sul testo con link attivo in evidenza)

Il post dell’amica Chiara intitolato : “Il Sole Nero”
link : http://fractalexperiment.blogspot.it/2014/08/il-sole-nero.html

Mi ha spinto a scrivere quest’articolo per esprimere la mia visione e quindi la mia teoria.
Chi mi segue, mi troverà ripetitivo … ma repetita iuvant (poi magari mentre sono sicuro di essermi spiegato e vado avanti mi ritrovo ad essere un illuso, quindi meglio riprendere i concetti).

Quello che scrive Chiara ha delle attinenze con le teorie ed illustrazioni di Walter Russell (che non ho avuto ancora modo di affrontare a fondo) di cui segue una breve galleria :

Approfondimenti su Walter Russell dal sito di littleflower :

Link : https://gradientitemporali.wordpress.com/2013/02/07/il-segreto-della-luce-walter-russel/
Link : https://gradientitemporali.wordpress.com/2015/04/08/strumenti-per-capire-il-modello-ondulatori-di-walter-russell/

Una Considerazione

Preferisco partire dalla considerazione che secondo la Legge del Ritmo il sole rotea su se stesso emettendo energia positiva luminosa primordiale.
Da milioni e milioni di anni che emette la sua energia, quindi tutto il sistema solare (Un vortice sferico toroidale con al centro il sole) è impregnato, pervaso da essa come un liquido.
(per approfondimenti fare riferimento alla Scienza dei vortici : https://www.fortunadrago.it/approfondimenti/viktor-schauberger/scienza-dei-vortici/ )

Vortice Sferico Toroidale

Vortice Sferico Toroidale

E cosa succede quando un liquido raggiunge un corpo ? Lo avvolge completamente immergendolo in esso !

Link : https://www.youtube.com/watch?v=undDIrqMqpY

La Risposta del Pianeta

Ora se si trattasse di un fluido come l’acqua, tutto finirebbe con i principi di Archimede, ma stiamo parlando di energia primordiale,
dotata del movimento rotatorio di energia solare : https://www.youtube.com/watch?v=EXlaCEfqigE

che attirata dalla materia del corpo (pianeta nel nostro caso) impatta attraversandolo come se attraversasse lo spazio senza nessun ostacolo.
Il nostro pianeta è sferico (o almeno parzialmente sferico) e l’energia ne risulta attirata dall’intera superficie verso il centro del pianeta, in un unico punto, dove i monopoli magnetici impatteranno tra di loro invertendosi da positivi in negativi risalendo questa volta dal centro verso la superficie del pianeta.

Il risultato di queste forze di vortici contro-roteanti è quella che conosciamo come Forza di Gravità sul pianeta.
Ma ora consideriamo gli aspetti luminosi (positivi) ed opachi (negativi come risposta del pianeta) dell’energia che colpisce la superficie del pianeta…

Il giallo è una luce che è stata attenuata dalle tenebre; il blu è un’oscurità indebolita dalla luce

(Goethe, Teoria dei colori (1810), § 502)

Abbiamo detto che è dotata del movimento rotatorio di energia solare, quindi è in scorrimento sulla superficie (i fotoni che compongono la luce a differenza dei monopoli magnetici da cui derivano sono più grandi e riescono ad attraversare l’atmosfera proiettando l’immagine luminosa del sole su di essa, ma non il corpo più solido del pianeta).

La luce vorrebbe seguire i monopoli nella loro corsa all’interno del pianeta, ma non può e rimane “compressa” sulla superficie.
Dotata di movimento rotatorio di energia solare, scorre sulla superficie del pianeta “organizzandosi” in giorno e notte.
(Per approfondimenti fare riferimento all’articolo : Ighina Spiegato Vol. 3° )

Infatti anche la risposta negativa del pianeta opaca (tenebre) e quindi notte viene spinta da quella luminosa positiva poiché sono energie differenti e distinte l’una dall’altra.
Separate del terminatore.

Terminatore

Terminatore

Il Sole Nero

Ricordiamoci che il pianeta è comunque sempre immerso nell’energia primordiale proveniente dal sole!
E ciò accade anche quando siamo nella fase delle tenebre (notte) il sole (stella nana gialla con spettro G2 V) è sempre attivo (acceso).
Le tenebre come risposta del pianeta (notte) schermano l’energia luminosa proveniente dal sole respingendola e confinandola in un’area di “orbita superiore”.
Il sole nero quindi è lo stesso sole che di giorno colpisce la superficie del pianeta mentre di notte rimane schermato dietro le tenebre.

Il Sole Nero

Il Sole Nero

Ce ne possiamo accorgere, osservando il seguente video : http://www.youtube.com/watch?v=vWnsXooSNwM

Non sempre è visibile è come una specie di riverbero (riflesso) che segue il pulsare giorno/notte del pianeta come nell’immagine seguente :

S.e.c.c.h.i. Dettaglio

S.e.c.c.h.i. Dettaglio

Il Sole a mezzanotte

Come mai gli astronauti della stazione internazionale I.S.S. non si sono mai accorti del sole nero ?
Perché evidentemente percorrono orbite troppo basse!
Quello che realizzava Pier Luigi Ighina con i suoi esperimenti con lo stroboscopio magnetico era appunto (nel cuore della notte) bucare la cupola delle tenebre, rendendo visibile la luce dietro di essa.

Ighina_Cosmologie – Il Sole a Mezzanotte by D.Domenico

FB Comments

comments

Sorry, the comment form is closed at this time.