Le vibranti ruote di colore disegnate da Goethe, Newton e altri teorici del colore (1665-1810)

Le ruote di colore

Tratto dal link originale : http://www.openculture.com/2017/12/the-vibrant-color-wheels-designed-by-goethe-newton-other-theorists-of-color-1665-1810.html (Tradotto con Google, traduzione rivisitata)

Forse sarà stata la rigida clausura di René Descartes o la rigorosa austerità di Isaac Newton ; forse sono tutti quelli inserti di pelle, i gilet grigi, le facce gialle e le parrucche in polvere … ma tendiamo a non associare l’Illuminismo in Europa a un’esplosione della teoria del colore. Tuttavia, i filosofi della fine del XVII e XVIII secolo erano ossessionati dalla luce e dalla’ottica. Cartesio scrisse un trattato sull’ottica , così come Newton .

Newton descrisse per la prima volta nella sua Opticks del 1672 la “nuova teoria rivoluzionaria della luce e del colore”, scrive la Whipple Library dell’Università di Cambridge, “in cui affermava che gli esperimenti con i prismi dimostravano che la luce bianca era composta da luce di sette colori distinti”. dibatté la teoria di Newton “ben nel XIX secolo”.

Un primo avversario notoriamente illustrò la sua confutazione. Il poeta, scrittore e scienziato Johann Wolfgang von Goethe pubblicò Theory of Colours  ( vedi qui ), con i suoi diagrammi e ruote accuratamente disegnati a mano e colorati, nel 1809. A partire dai tempi di Newton, i teorici del colore elaborarono concetti prevalenti con le ruote dei colori, il primo attribuito a Newton nel 1704 (e disegnato in bianco e nero, sopra).

La ruota di Newton “ha disposto rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola in una progressione naturale su un disco rotante”. Quattro anni dopo, il pittore Claude Boutet realizzò i suoi cerchi a 7 e 12 colori (in alto), basati sulle teorie di Newton. Artisti, chimici, creatori di mappe, poeti, persino entomologi … tutti sembravano avere una teoria del colore da compagnia, generalmente accompagnata da elaborati grafici e diagrammi colorati.

La ruota dei colori era una delle tante forme – che spesso presentava teorie contrastanti, come quella di Jacques-Fabien Gautier , che sosteneva che il bianco e il nero erano i colori primari. Ma la ruota, e le idee di base di Newton al riguardo, sono rimaste quasi invariate. La ruota più in alto (la terza dall’alto ) dell’entomologo britannico Moses Harris del 1776 mostra lo schema a 7 colori di Newton semplificato ai 6 colori primari e secondari che di solito vediamo, disposti nello schema complementare e analogo, con gradazioni terziarie tra di loro. Un altro entomologo, Ignaz Schiffermüller, ha disegnato la ruota a 12 colori proprio sopra.

Il colore è sempre rappresentativo. La ruota originale di Newton includeva ” note musicali correlate al colore “. Alla fine del XVIII secolo, la teoria del colore era diventata sempre più legata a teorie e tipologie psicologiche, come nella ruota sopra, la “rosa dei temperamenti”, prodotta da Goethe e Friedrich Schiller nel 1789 per illustrare “occupazioni umane e tratti caratteriali”, osserva il Public Domain Review , tra cui “tiranni, eroi, avventurieri, edonisti, amanti, poeti, oratori pubblici, storici, insegnanti, filosofi, pedanti, sovrani” raggruppati in quattro temperamenti della teoria umorale.

È un salto piuttosto breve da queste psicologie del colore a quelle utilizzate dagli inserzionisti e dai designer commerciali nel 20 ° secolo, o dalle teorie del colore degli artisti e degli scienziati all’espressionismo astratto, alla scuola Bauhaus, ai chimici e ai fotografi che hanno ricreato i colori di il mondo sul film. (La ruota dei colori di Goethe, di seguito, tratta da Teoria del colore , illustra il suo capitolo su “Uso allegorico, simbolico e mistico del colore”). Guarda altre ruote dei colori più antiche , come Farbenkugel del 1810 di Philipp Otto Runge , così come altre combinazioni di colori concettuali, presso la Public Domain Review .

tramite  revisione di dominio pubblico

Contenuto relativo:

La teoria dei colori di Goethe: il trattato del 1810 che ispirò Kandinsky e la prima pittura astratta

Come Technicolor ha rivoluzionato il cinema con colori surreali, elettrici e cambiato il modo in cui vediamo il nostro mondo

Una guida pre-pantone ai colori: il libro olandese del 1692 documenta ogni colore sotto il sole

Papers di Sir Isaac Newton e Principi commentati diventano digitali

Josh Jones  è uno scrittore e musicista di Durham, NC. Seguilo su  @jdmagness

Tratto dal link originale : http://www.openculture.com/2017/12/the-vibrant-color-wheels-designed-by-goethe-newton-other-theorists-of-color-1665-1810.html (Tradotto con Google, traduzione rivisitata)

Da consultare anche l’articolo presente sul sito link : https://www.fortunadrago.it/2839/la-luce-il-buio-e-i-colori/

FB Comments

comments