Red Sprites & Blue Jets

 Energia  Commenti disabilitati su Red Sprites & Blue Jets
Gen 162016
 

Red Sprites – Spettri Rossi

Tratto da wikipedia : https://it.wikipedia.org/wiki/Spettro_rosso

Si manifestano negli strati alti dell’atmosfera, anche fino a 80 km di quota, più precisamente al di sopra di fenomeni temporaleschi. Raramente è osservabile a occhio nudo.

RedSprites_2

Consiste in scariche elettriche concordi a quelle dei fulmini: lo spettro rosso va dall’alto verso il basso (i getti blu vanno invece dal basso verso l’alto). Mentre i fulmini scaricano a terra l’elettricità statica partendo da una massa di materia satura, gli spettri rossi la scaricano da una massa posta sopra a quella stessa che ha originato il fulmine, e verso essa; gli spettri rossi si verificano quindi quando la scarica di un fulmine a terra “libera” una massa di materia e la rende essa stessa “recettiva”, da cui si verifica un afflusso di elettricità verso essa dalla massa sovrastante, in forma appunto di “spettro rosso”. Gli spettri rossi, in genere, hanno durata inferiore ai dieci millesimi di secondo e si manifestano in corrispondenza di fulmini con elevate intensità di corrente elettrica. La differente forma dei getti blu e degli spettri rossi rispetto ai fulmini, pur essendo lo stesso fenomeno (scarica elettrica), è dovuta alla diversa composizione, densità, e temperatura della materia attraversata. La loro colorazione, tipicamente rosso-blu, è dovuta alla forte presenza nell’atmosfera terrestre del gas azoto; avvicinandosi al terreno, la pressione atmosferica aumenta a causa della gravità e con essa la concentrazione del gas nell’aria. Ciò spiega la graduale variazione di colore degli sprite, che dal rosso passano al viola e poi al blu in prossimità della troposfera. Fondamentalmente, è lo stesso principio di funzionamento delle lampade al neon.

red sprites

Red Sprites in Oklahoma 7/Oct/2017 (Paul Smith)

Blue Jets – Getti Blu

Tratto da wikipedia : https://it.wikipedia.org/wiki/Getto_blu

BlueJet_NASA_1

Essi si verificano solitamente nella stratosfera tra i 20 e i 50 km di altezza di media, al di sopra dei temporali.
I getti blu hanno generalmente forma conica e tendono a manifestarsi al di sopra di eventi temporaleschi violenti e molto attivi elettricamente. Generalmente hanno origine dalla parte più alta e centrale delle nubi cumulonembi ed hanno una velocità di salita attorno ai 100 km/s. I getti blu, al contrario degli spettri rossi, possono occorrere senza che vi sia un corrispondente fulmine che si scarichi nella direzione opposta.

Quando un getto blu si forma, inizia rapidamente a risalire il cielo spezzandosi in numerosi rami sempre più frequentemente. Queste diramazioni sono molto simili ad un frattale tridimensionale. La massima altezza raggiunta si aggira attorno ai 50 km, anche se si sono osservati getti blu spingersi nell’atmosfera fino a 70 km, scaricandosi e collegando quindi la bassa atmosfera con la ionosfera.

Numerose ipotesi sono state avanzate circa la loro origine, tuttora oggetto di studi. Mentre i fulmini scaricano a terra l’elettricità statica partendo da una massa di materia satura, i getti blu la scaricano verso l’alto; essendo noto che la via scelta dall’elettricità è quella che oppone la minor resistenza, ne deriva che il getto blu si verifichi allorquando la via meno resistente che conduca ad una massa di materia “recettiva” non sia quella verso terra ma verso la massa gassosa opposta.

Documentario in inglese sui Sprites & Blue Jets : https://www.youtube.com/watch?v=JKv2aZbNn5A

Fulmine

giphy

Come lavora un fulmine ?
Segue una ripresa con camera a ripresa accellerata : https://www.youtube.com/watch?v=rsokWqplLLE

Mappa delle fulminazioni aggiornata in tempo reale : http://www.lightningmaps.org/realtime?lang=it