Feb 022018
 
qualcosa bizzarro

Qualcosa di bizzarro è accaduto all’acqua in Florida dopo il terremoto in Alaska

Tratto del link originale : http://theantimedia.org/water-florida-alaska-earthquake/

Poco dopo la mezzanotte di martedì, un potente terremoto di magnitudo 7,9 ha colpito il Golfo dell’Alaska,

Link dell’evento terremoto sul sito emsc-csem : https://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=642932
 

Magnitude Mw 7.9
Region GULF OF ALASKA
Date time 2018-01-23 09:31:44.1 UTC
Location 56.03 N ; 149.03 W
Depth 30 km

qualcosa bizzarro

M 7.9 – GULF OF ALASKA – 2018-01-23 09:31:44 UTC

provocando una serie di allarmi tsunami lungo la costa occidentale del Nord America che hanno convinto alcuni residenti nelle aree basse a cercare un riparo più elevato.

Fortunatamente, gli allarmi sono rientrati entro poche ore e non sono stati segnalati danni o lesioni gravi alla proprietà. Sembra che anche i residenti abbiano subito più di 60 scosse di assestamento nate dal terremoto.

Tuttavia, ciò non significa che gli effetti siano passati inosservati. In effetti, si sentivano in alcuni posti interessanti. Da Miami Herald il Mercoledì:

“Quando un terremoto di magnitudo 7,9 ha fatto sobbalzare gli abitanti in Alaska dal letto martedì, indovina dove altro si è sentito? : in Florida.

Qualcosa di bizzarro

“Entro un’ora dopo che il terremoto ha colpito alle 4:32 di mattina, l’acqua sotterranea a 3.500 miglia di distanza a Fort Lauderdale è calata di un pollice e mezzo. Lungo la costa del Big Bend dello stato, è aumentato di due pollici nei pozzi monitorati a Madison, secondo l’US Geological Survey. ”

Per quanto strano possa sembrare, questi eventi non sono così rari. Le onde sismiche, si scopre, spesso viaggiano attraverso la terra in seguito a terremoti, colpendo i sistemi di acque sotterranee in una varietà di modi diversi .

In Alaska nel 1962, ad esempio, un terremoto di magnitudo 8,5 ha causato cambiamenti del livello dell’acqua in oltre 700 pozzi negli Stati Uniti. Nel 1998, un terremoto di magnitudo 5,2 ha colpito la Pennsylvania, rendendo circa 120 pozzi a secco per tre mesi.

“Pensa ad esso come le increspature in un bicchiere d’acqua su un tavolo quando un camion guida fuori”, ha detto l’USGS in una dichiarazione che parla degli effetti del terremoto in Alaska in Florida.

Per quanto riguarda la fluttuazione in sé, questa volta è stato un caso di “battito di palpebre”. L’acqua nei pozzetti colpiti è tornata ai livelli pre-terremoto in pochi minuti.

Tratto dal link originale : http://theantimedia.org/water-florida-alaska-earthquake/

 

Considerazioni

Quello che è successo in pratica è un effetto “Marea” gravitazionale che ha avuto effetto sui fluidi…l’anomalia com’è avvenuta, così è rientrata.
Ciò ci dovrebbe far riflettere su cosa arriva dall’alto (non solo pioggia, grandine o neve).

FB Comments

comments

Sorry, the comment form is closed at this time.