Lug 042011
 

Heavy Metal è un film d’animazione canadese del 1981, diretto da Leonard Mogel e prodotto da Ivan Reitman.

Il film – che è indirizzato, per contenuti e ricercatezza della veste grafica, ad un pubblico adulto – prende il nome da un’omonima rivista statunitense a fumetti molto apprezzata negli anni settanta, i cui disegni sono aggressivi e realistici, e dove il mescolarsi del pulp al fantasy creò un genere che ispirò, negli anni successivi, molte copertine di dischi del panorama hard rock, heavy metal, epic metal.

 

Video speciale che mostra come è stato creato il personaggio di TAARNA mostrando l’utilizzo del metodo del Rotoscope, che si basa su veri movimenti umani.

Il rotoscoping, rotoscope, o rotoscopio è una tecnica di animazione utilizzata per creare un cartone animato in cui le figure umane risultino realistiche.
Il disegnatore ricalca le scene a partire da una pellicola filmata in precedenza.
In origine, le immagini filmate in precedenza venivano proiettate su un pannello di vetro traslucido, dove fungevano da supporto per l’attività di disegno.
Recentemente questo congegno è stato sostituito dal computer.

L’amazzone Taarna sul grande volatile ricalca il personaggio Arzack di Moebius.

Heavy Metal è un film canadese a cartoni animati del 1981, diretto da Leonard Mogel e prodotto da Ivan Reitman. Il film è indirizzato, per contenuti e ricercatezza della veste grafica, ad un pubblico adulto. Prende il nome da una rivista statunitense a fumetti molto apprezzata negli anni settanta, i cui disegni sono aggressivi e realistici, e dove il mescolarsi del pulp al fantasy creò un genere che ispirò, negli anni successivi, molte copertine di dischi del panorama Hard Rock, Heavy Metal, Epic Metal.

TRAMA:
Un astronauta porta sulla Terra una sfera verde ma una volta a casa viene da questa ucciso, polverizzato davanti agli occhi di sua figlia. È il Loc-Nar, un’entità malefica che prova un sadico piacere a raccontare le sue malefatte, perpetrate in ogni luogo ed ogni tempo. La sfera narra diversi episodi, diversi l’uno dall’altro per stile e autore, ma accomunati dal successo che i disegni avevano precedentemente ottenuto sulla rivista. Si comincia dalle avventure di un tassista in un’invivibile New York del XXI secolo per seguire con le peripezie di un giovane studente dinoccolato trasformatosi in un prestante eroe mitologico; l’impossibile salvezza di un imputato ad un processo che lo vede già condannato; la fine tragica di un pilota di bombardiere americano infestato da zombi; le disavventure di una procace segretaria governativa prelevata da un equipaggio di alieni debosciati fino alla battaglia di un’eroina in un mondo lontanissimo contro lo stesso Loc-nar, episodio direttamente collegato con la cornice del film e la bambina protagonista.

EPISODI:
1)Intro /Grimaldi
2)Harry Canyon
3)Den
4)Captain Sternn
5)B17
6)So Beautiful
7)Taarna

COLONNA SONORA:
Scritta e diretta per orchestra da Elmer Bernstein include le seguenti canzoni:

“Heavy Metal” (Sammy Hagar) (3:50)
“Heartbeat” (Riggs) (4:20)
“Working in the Coal Mine” (Devo) (2:48)
“Veteran of the Psychic Wars” (Blue Öyster Cult) (4:48)
“Reach Out” (Cheap Trick) (3:35)
“Heavy Metal (Takin’ a Ride)” (Don Felder) (5:00)
“True Companion” (Donald Fagen) (5:02)
“Crazy (A Suitable Case for Treatment)” (Nazareth) (3:24)
“Radar Rider” (Riggs) (2:40)
“Open Arms” (Journey) (3:20)
“Queen Bee” (Grand Funk Railroad) (3:11)
“I Must Be Dreamin'” (Cheap Trick) (5:37)
“The Mob Rules” (Black Sabbath) (2:43)
“All of You” (Don Felder) (4:18)
“Prefabricated” (Trust) (2:59)
“Blue Lamp” (Stevie Nicks) (3:48)

Qui L’episodio Captain Sternn ( e Hanover Fiste)

FB Comments

comments

Sorry, the comment form is closed at this time.